.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
16 novembre 2018
Ormonosi
(Su Skype)

Bruna. Pronto, ragazzi sono in crisi!

Nonna. Oh, come mai, Brunina, ti hanno già licenziata?

Bruna. No, non è quello, nonnina. Con fatica ma, almeno per questi primi giorni, ce la sto facendo a seguire scuola e università.

Andrea. Lo so io perché. La Brexit!

Bruna. Se stanno facendo l’accordo…

Andrea. Sì, però il vostro governo sta perdendo i pezzi.

Nonna. Magari li perdeva anche il nostro, speriamo in qualche stella in meno.

Bruna. Cosa che non sono aggiornata sulla politica italiana?

Nonna. Ma come, voi siete i soliti isolani, vi interessa solo di voi, qui i radicali… cioè i grillini, pochi per adesso, votano contro il governo.

Andrea. Dai, nonna, cosa vuoi che interessi all’Europa?

Nonna. Ah sì? Non siamo noi al centro del mondo, o almeno dell’Europa? Guarda i telegiornali…

Bruna. Ho capito, scherzi, come al solito, ma io non me la sento di ridere. Non so se dirlo anche a te nonna, Andrea lo sa già.

Nonna. Adesso che l’hai detto me lo devi dire.

Bruna. Non mi arrivano le mestruazioni.

Nonna. Oh Signore, ma non state sempre attenti?

Bruna. Chiedilo a tuo nipote, che era scatenato a letto, non si accontentava alla sera prima di dormire, mi svegliava alla notte, al mattino e io non riuscivo sempre a… a stargli dietro… capisci?

Nonna. Perché mi dite a me certe cose, che non so neanche più che cosa sono. E te Andrea non stavi attento che così nascono i bambini?

Andrea. Stavo attento…

Bruna. No, non sempre.

Nonna. Comunque Bruna, sei appena andata via, magari è presto perché ti vengono le tue cose.

Bruna. Io sono regolare e dovevano arrivare già da tre giorni.

Andrea. Oh tre giorni. Cosa vuoi che siano!

Bruna. Io sono preoccupata, come faccio se sono incinta con tutti gli impegni che mi sono presa.

Nonna. Ah è per quello, non per il bambino.

Bruna. Sì, sarebbe anche bello ma non adesso.

Nonna. Caso mai lasci la scuola, che tanto… anzi magari ti pagano lo stesso.

Bruna. Dovrei avere una gravidanza morbosa…

Nonna. Anche lei è morbosa? Se vieni a casa vi faccio dormire in due letti diversi, giovinastri ormonosi, che il sesso è un mezzo, mica un fine che invece è il bambino.

Bruna. Come sei antiquata nonna!

Nonna. Dopo magari, anzi in questi anni l’avete preso così, ma adesso fate un bel bambino, poi dopo fate ancora come volete.

Bruna. Andrea, ma la pensi anche tu come quella papista della nonna?

Andrea. Ah lì in Inghilterra ce l’avete ancora col papa?

Bruna. Lascia perdere, rispondimi.

Andrea. Senti mi hai fatto fare astinenza per mesi ed era naturale che poi… mi pare che non dispiacesse anche a te.

Bruna. Non scendere nei particolari…

Nonna. Che c’è qui la nonna…

Andrea. Comunque io direi di non preoccuparci: sono solo tre giorni di ritardo. Non spacchiamoci la testa prima del tempo!

Nonna. Già si spacca l’Inghilterra… e l’Europa, noi teniamoci d’acconto e aspettiamo e speriamo… di aspettare!




permalink | inviato da steatrando il 16/11/2018 alle 10:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 271150 volte