.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
20 luglio 2019
vita familiare
Figliola prodiga

(sabato a casa)

Carla. Mamma è arrivata la figliola prodiga?

Nonna. Ma è una domanda o parli di te medesima?

Cala. No, l’inglesina, la biologhina, come la vuoi chiamare.

Nonna. Nipotina, no?

Carla. E allora?

Nonna. È andata da sua mamma e suo papà. Giusto no?

Carla. Ah qui non è venuta?

Nonna. Ma sì ieri sera, che l’Andrea era andata a prenderla.

Carla. Alla Malpensa?

Nonna. No alla stazione, che ha detto che l’aereo consuma troppo.

Cristiano. Ah mi sembrava la gretina.

Nonna. Ma è una domanda o parli di te medesimo?

Carla. E Andrea?

Nonna. Adesso, che gli hai telefonato, lui appena la porta a casa la Bruna, viene indietro.

Carla. E adesso stai bene, mamma?

Nonna. Toh, adesso me lo chiedi, figliola… e potevi anche non venire che di colpo sono venuti a casa tutti.

Cristiano. Tutti chi?

Nonna. No ho sbagliato, sto venendo vecchia… tutte. La Yvonne, la Vassilissa, la Bruna e adesso anche la Carla.

Cristiano. E me dove mi metti?

Nonna. Oh scusami, mettiti te dove vuoi. Ma io volevo dire che la settimana passata ha dovuto stare a casa l’Andrea e adesso ce ne ho da vendere di badanti.

Cristiano. Sì la tua dottoressa gretina ti fa davvero da badante.

Nonna. Me la fatta più di te, caro… com’è il contrario di cretino?

(entra Andrea)

Carla. Ciao caro, e allora?

Andrea. Son qui ed è qui anche lei.

Cristiano. Non è dai suoi?

Andrea. Ma stanotte è stata qui e adesso si fermerà per sempre in Italia.

Carla. Allora la sposi?

Andrea. Se mi vuole.

Cristiano. A letto ti vuole, bisogna vedere poi.

Carla. Lo sai che senza matrimonio in questa casa…

Nonna. Bada a quello che dici, neh. Che adesso il badante e quindi il padrone qui è l’Andrea.

Cristiano. E già, cosa c’è scritto nelle carte?

Nonna. Carta volan, Andrea restas.

Carla. Ne parliamo dopo con lei, se viene a mangiare oggi.

Nonna. C’avete già pressia di andare via?

Carla. Oggi o domani: o stasera a cena o domani a pranzo, mamma! Be’ andiamo a cucinare, anzi a scaldare la roba che ho già preparato tutto io.

Cristiano. Andrea, noi andiamo in giardino che mi conti un po'.

(escono)

E allora la tua principessa del pisello, gliel’hai fatto sentire?

Andrea. Cosa?

Cristiano. Su, non far finta di non capire. Il pisello, no.

Andrea. Guarda no, ieri era troppo stanca e ‘stamattina, non so cosa, non sono riuscito e pensare che…

Cristiano. Ma è lei. È colpa sua. Non ha un minimo di… come dire… proprio perché sei giovane… se no uno come me non gli verrebbe neanche…

Andrea. Papà! Io vado dentro.

Cristiano. Almeno.

(rientrano)

Carla. Già in casa? Noi non abbiamo ancora scaldato.

Andrea. Fa niente, leggo il giornale.

Carla. Andrea, veniamo una volta e non stai neanche un po’ a parlare con tuo papà?

Nonna. Lui è grande, ormai è abituato a badare ai vecchi, i giovinastri li ha lasciati a scuola…

Carla. Non capisco se sei contento o sei arrabbiato che è tornata la tua bella. So che affrontare il matrimonio con una così, che oggi c’è, domani chissà…

Nonna. Proprio come me con mia figlia…

 

 

 

 





permalink | inviato da steatrando il 20/7/2019 alle 15:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte