.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
3 agosto 2020
vita familiare
Recidiva

(al telefono)

Bruna. Nonna, ciao sono io. Ci vogliamo bene?

Nonna. Scivoliamo bene?

Bruna. Per carità, basta così. No volevo dirti che ho passato proprio un bel week-end con te.

Nonna. Grazie, ma solo per me?

Bruna. No naturalmente anche per mia mamma e mio papà.

Nonna. E il tuo uomo?

Bruna. Be’ lui è ovvio.

Nonna. Che cos’è lui? Comunque mentre noi mangiavamo e ridevamo, mio genero è stato ancora più male e oggi, mi ha appena telefonato, mia figlia l’ha fatto ricoverare in ospedale.

Bruna. Mi spiace, e com’ha fatto? Gli hanno fatto un tampone? È positivo?

Nonna. Non so un bel niente. So solo che per via del figlio di una sua operaia che fa il dottore è riuscita a farlo entrare. Ma adesso gli dovranno fare tutti gli esami, no? E poi può venire ancora positivo se era guarito.

Bruna. C’è sempre la possibilità di una recidiva.

Nonna. Regicida?

Bruna. Recidiva! Nonna.

Nonna. E chi è questa diva?

Bruna. Dicevi che noi cantavamo e ballavamo mentre gli altri soffrivano e tu scherzi con le parole.

Nonna. Io? Ma se non capisco. Sarà il telefono o forse l’età.

Bruna. Guarda anche una collega qui del laboratorio si è positivizzata.

Nonna. Che roba ha fatto?

Bruna. È positiva al tampone per il Covid. Che poi in ospedale è risultata negativa due volte. Sai i falsi positivi.

Nonna. Ce ne sono anche nella vita.

Bruna. E un’altra è risultata positiva al test sierologico, anche se non ha mai avuto sintomi. Sai noi facciamo lo screening ogni mese.

Nonna. Che roba fate? Parla non da dottore che io ho più di 90 anni e ho fatto solo le tre medie in un anno solo.

Bruna. Volevo dire che questo maledetto virus è pervasivo, cioè si diffonde dappertutto, anche a chi prende le precauzioni, anche a chi sembra sano oppure guarito.

Nonna. E alla fine della fiera che cosa dici di mio genero?

Bruna. Aspettiamo i test. Poi Andrea mi aveva fatto vedere i suoi esami: erano pessimi. Tutte le vitamine abbassate, emoglobina da anemico, e un sacco di altri parametri sballati. Può essere anche quello, magari non una recidiva.

Nonna. Che mi spieghi bene che roba è?

Bruna. Strano che non lo sai. È in pratica una reinfezione del virus.

Nonna. E te puoi farci qualcosa?

Bruna. I tamponi sono attrezzati a farli anche in ospedale. Io potrei cercare di procurargli ancora un test sierologico e nel caso ancora una trasfusione di siero, anche se magari basterebbe una di sangue intero.

Nonna. Che lui non lo sa ancora della Yvonne.

Bruna. E chissà lei se vuole donarglielo ancora…

Nonna. Ma pensate se muore. Per carità poca perdita per il mondo, ma noi? Prima di tutto per mia figlia, che poi che roba fa là da sola al lago nella fabbrica? Secondo me va a finire che poi vende e viene a stare ancora qui. E voi?

Bruna. Ci stiamo, con la villona che hanno costruito.

Nonna. Sì, ma andare d’accordo? Non ci andavo io questi mesi qui che sono sua mamma, figurati te.

Bruna. Mi vaccinerò... dalla suocerite.




permalink | inviato da steatrando il 3/8/2020 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte