.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
11 ottobre 2020
vita familiare
Castagne

(domenica a casa)

Bruna. Nonna, cosa fai tutta vestita e con un sacchetto, sei uscita?

Nonna. Ecco la streghina che mi ha subito… com’è che si dice…. baciata, no beccata.

Bruna. E dove sei andata?

Nonna. Solo qui vicino, sai che sul marciapiede… come si dice… sputano, no spuntano i rami di quel grande castagno. Che c’era un castagneto qui, prima che tuo… come si dice… genero, no suocero faceva su questa villa.

Bruna. E cosa sei andata a fare da sola?

Nonna. Ma a raccogliere le castagne, no? Guarda qui, ma ne ho solo una ventina, che è passato un… cinghiale, no un cinese che l’ho visto l’altro giorno. Ma per due passi che ho fatto... Le faccio bollire così le… com’è che si dice… le assassiniamo… no assaggiamo?

Bruna. Ma sei uscita da sola, o sbaglio?

Nonna. No ho io… come si dice… sbadigliato, non sbagliato, visto che te mi hai detto di dare il… com’è che si dice, distaccamento?

Bruna. Distanziamento? E se cadevi?

Nonna. Ma io, com’è che si dice, faccio la perpetua, no la prevenuta, no la preventiva.

Bruna. In che senso?

Nonna. Che ho portato dietro il telefonino, così se cadevo…

Bruna. E se… morivi, cosa te ne facevi del cellulare?

Nonna. Allora no, non… com’è che si dice, non cellulavo.

Bruna. E noi non sapevamo dov’eri.

Nonna. Tanto ero morta. Qualcheduno mi trovava e ve lo diceva. No?

Bruna. Lasciamo perdere, perché hai una testa!

Nonna. Una bella testa… com’è che si dice… pisciante, no pensante?

Bruna. No… com’è che si dice, testarda.

Nonna. E te, testa fina, la fai la prenotazione, non com’è che si dice… la prevenzione?

Bruna. In laboratorio?

Nonna. No nella vita.

Bruna. A letto?

Nonna. No, per esempio la… com’è che si dice… la mammellografia?

Bruna. No è troppo pericolosa. Pensa che in Svizzera l’hanno vietata. Oggi si preferisce l’eco.

Nonna. E dove si sente?

Bruna. Nonna! L’ecografia. Non ne hai mai sentito parlare?

Nonna. Meno male, che a me una volta, tanti anni fa, schiacciandomi una tetta mi hanno fatto scoppiare una… com’è che si dice… quelle robe dure… una cistite.

Bruna. Una ciste, vorrai dire. Non me l’hai mai detto.

Nonna. Ciste… no, acqua passata.

Bruna. Ma mi prometti che non esci più da sola?

Nonna. Sì domani faccio andare la Yvonne, se non passa prima il cinese. Che la Cina ce la fa anche all’Africa. L’ho sentito… com’è che si dice… all’internazionale, non al telegiornale.

Bruna. Basta che noi italiani stiamo in casa ben protetti.

Nonna. Così non sentiamo l’eco degli stranieri...




permalink | inviato da steatrando il 11/10/2020 alle 11:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 316601 volte