.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
21 novembre 2020
vita familiare
Al cimitero

(al telefono, sabato)

Bruna. Nonna, ti avevo chiamato prima, dov’eri? Mi avevi preoccupata.

Nonna. No, sono solo andata al cimitero… e ritornata anche.

Bruna. Lo vedo, anzi lo sento.

Nonna. A proposito di anche vederci, mi ha detto l’Andrea che voi vi vedete con le… non so come si dice, le coliti?

Bruna. Le call!

Nonna. Quello che è. E perché non lo fai anche con me e l’Yvonne, solo voi due morosi che tanto…

Bruna. Buona idea. Come mai non ci siamo arrivati io e Andrea?

Nonna. Perché pensate solo a voi due.

Bruna. Sei ingiusta nonna. Se mi sono così preoccupata che non rispondevi al telefono prima.

Nonna, No, non volevo dire… prima non mi hai lasciato finire di parlare cioè io volevo dire che pensate a voi due a letto e a noi altri fuori dal letto.

Bruna. Saremmo malati di sesso? Allora adesso come facciamo?

Nonna. No, non guarite ancora, che ne avrete di tempo tra un po’ di anni.

Bruna. E ti sei consolata al cimitero di non esserci ancora andata?

Nonna. Adesso sei te che sei ingiusta. Primo siamo andati a piedi io e l’Andrea in questo qui dopo la rotonda, che adesso hanno fatto il passaggio pedonale con anche il semaforo per i pedoni e i ciclisti. Secondo non è quello dove vado…andrò io, che sono destinata a quello centrale, questo è quello della frazione. Terzo, mi piangeva il cuore vedere quanta gente nata dopo di me era già morta. Però abbiamo fatto una scoperta.

Bruna. In un cimitero?

Nonna. A saperle contare chissà quante storie veniva fuori.

Bruna. Una nuova Spoon River…

Nonna. Che marca è?

Bruna. No è un libro. Dovresti scriverlo anche tu dei tuoi conoscenti morti.

Nonna. Quelli che conoscevo da giovane sono tutti morti, sono l’ultima. Ma questo qui non è quello del mio paese. Qui non conoscevo quasi nessuno.

Bruna. E la scoperta?

Nonna. Proprio in fondo, quasi che volevano metterlo fuori dal cimitero, c’era una tomba senza croce con su il nome di uno, adesso non mi ricordo di chi, che nel 1920 è stato assassinato.

Bruna. Dai fascisti?

Nonna. No, abbiamo poi letto a casa, da un democristiano o come si chiamavano allora.

Bruna. Incredibile.

Nonna. Non sai che lotta che c’era anche dopo la seconda guerra tra noi e i cattolici, che invece adesso… e chissà al tempo dei socialisti, i primi… Me lo contava sempre mio papà.

Bruna. Forse avrebbero dovuto allearsi socialisti e popolari contro il fascismo.

Nonna. Se tua nonna aveva le ruote… ma non sai con il re e tutta la polizia contro, e il papa, mica era Francesco.

Bruna. Be’, tornando a noi, allora la passeggiata ti ha fatto bene.

Nonna. Si, un poco alle gambe tanto alla testa.

Bruna. Mens sana in corpore sano…

Nonna. Mensa sana corpo sano. Infatti poi mi è venuta subito una fame…




permalink | inviato da steatrando il 21/11/2020 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte