.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
8 gennaio 2021
vita familiare
Tante piccole lune

(al telefono)

Bruna. Ciao nonna, come stai?

Nonna. Come prima, ma non ci siamo viste proprio ieri?

Bruna. Sì, ma le mie colleghe sono state colpite dalla tua filastrocca sugli uomini.

Nonna. Non è la mia e poi non è su tutti gli uomini.

Bruna. No, perché c’è una che mi ha confessato che il suo uomo, anche se ha meno di trent’anni qualche volta batte un colpo.

Nonna. I colpi se non sono troppo forti vanno bene.

Bruna. No, mi sono espressa male, lei, la mia amica, ha detto che lui…

Nonna. Il tuo amico…

Bruna. No suo marito, se proprio lo vuoi sapere. Suo marito…

Nonna. Ancora giovane…

Bruna. A volte perde un colpo, non riesce, hai capito a fare che cosa?

Nonna. Non sei te la dottoressa, magari anche quella lì la tua amica sposata, e non siete buone a capire e fare delle cure?

Bruna. Ma è solo delle volte. La preoccupazione è per il futuro.

Nonna. Anche per te?

Bruna. No, guarda, io proprio… anzi ti dirò, ma non so se te lo posso dire…

Nonna. Basta che non hai tradito mio nipote poi puoi dirmi qualsiasi roba.

Bruna. In questi mesi, che ci vedevamo poco, quasi di sfuggita, sono state… come dire… tante piccole lune di miele.

Nonna. Allora quando vi sposate andate a stare lontano e vedetevi ogni lunata, così chissà che miele.

Bruna. Be’ fino a questo punto. Comunque lasciamo stare i libri e veniamo all’esperienza di una donna sposata tanti anni come te. Cosa mi dici degli uomini?

Nonna. Dunque gli uomini sono quelli lì che sono chiamati il sesso forte, ma se non ci siamo noi cedono subito. A lavorare prendono più di noi ancora, o no? e magari sono meno buoni di noi, ce l’hanno con il futbal e le sigarette e il bere, meno male non tutti, e noi poi dobbiamo curarli e viziarli che restano sempre bambinoni, guarda mia figlia con suo marito.

Bruna. Questo lo sapevo, ma io dicevo a letto col passare degli anni.

Nonna. Guarda che io ce ne ho avuto solo uno di uomo, non so gli altri.

Bruna. Allora non mi vuoi dire niente. Ti capisco sono cose intime.

Nonna. Ecco non intimiamoci niente.

Bruna. Almeno una cosina me la puo idire?

Nonna. E te?

Bruna. Io? Io, come ti ho detto, non ho problemi però ho consigliato la mia collega quando per esempio suo marito la sera non riesce, sorprenderlo nel sonno verso mattino e farlo in quel momento. Si sa che, quando l’uomo dorme, lui è sveglio e quando l’uomo è sveglio, lui vuole dormire.

Nonna. Brava, te sì che sei una brava moglie.

Bruna. No io ho solo dato un consiglio tratto dai libri. Adesso però tocca a te.

Nonna. Va be’ ti darò un consiglio tratto dai vecchi, anzi dalle vecchie, anzi non è un consiglio è una esperienza nei secoli dei secoli:

La voglia dell’uomo e la voglia di cagar

presto viene e presto va.

Scusala rima, ma nel letto, pardon, nel dialetto viene...




permalink | inviato da steatrando il 8/1/2021 alle 18:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 323321 volte