.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
22 febbraio 2021
vita familiare
Mascherine e maschere

 (domenica a casa)

Bruna. Buongiorno nonna, oggi devi lasciarmelo chiedere come stai.

Nonna. Perché io non ti lascio?

Bruna. E allora?

Nonna. Dopo la tempesta viene il sereno, no? Dopo la diarrea…

Bruna. Bene.

Nonna. Speriamo però che adesso non viene la siccità. Capito? E te sei contenta che sei venuta a casa?

Bruna. Come sempre, dopo una settimana di lavoro stressante, durante la quale non penso che…

Nonna. Al letto… per riposare un po’.

Bruna. Magari anche in compagnia.

Nonna. E hai delle novità che ieri sera non abbiamo quasi fatto in tempo a parlare?

Bruna. Sì che forse mia mamma può tornare dal Galles. È stata vaccinata e anche i miei nonni, che resistono.

Nonna. Quel Gionson là, però che diceva del gregge e tutto, invece adesso è più avanti di noi.

Bruna. Sei informata però nonna. E dicevi di avere la testa confusa.

Nonna. Sentendo la radio e leggendo il giornale qualche cosa. Ma non sperare troppo. Non so neanche se siamo ancora a carnevale o in quaresima, che se c’era qui mia figlia, per via delle ceneri…

Bruna. Il carnevale è finito.

Nonna. Ma se ho visto la foto di tutta quella gente sui navigli con maschere, sugli occhi non sulla bocca e il naso.

Bruna. Non l’hai ancora imparato nonna: a Milano il carnevale finisce il sabato non il martedì.

Nonna. Che non ho mai capito il perché. Ma fa niente. Certo che così non la finiamo più l’epidemia. E anche quelli con la maschera giusta stare lì tutti impiccati…

Bruna. Impiccati?

Nonna. O Signore! Com’è che si dice in italiano? Ammucchiati, che così il virus passa o no? Dimmelo te, scienziata.

Bruna. Sì, ci vuole il distanziamento.

Nonna. E allora ‘sti milanesi, cioè non tutti, quelli lì?

Bruna. Si sono convinti che basta la maschera per poter far la vita di prima. In un certo senso aveva ragione Oscar Wild quando diceva: “Ognuno mente, mettetegli una maschera dirà la verità”.

Nonna. Cioè: “io me ne frego e faccio quello che voglio”. I vecchi dicevano “A carnevale vanno in giro le maschere”.

Bruna. Ovvio.

Nonna. Loro volevano dire che certa gente ne aspetta una mezza per fare il contrario di quello che bisogna fare.

Bruna. In quaresima?

Nonna. Tutto il santo anno!




permalink | inviato da steatrando il 22/2/2021 alle 8:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 338549 volte