.
Annunci online

steatrando



La Nonna, vivace, ironica, fintamente tonta. La risposta sempre pronta, pepata. Gioca con le parole da tanto ormai. Intelligente, la persona più intelligente che mi sia capitato di incontrare negli ultimi anni. Sempre coerenti con se stessi i personaggi sullo sfondo. Ma la vera regina è lei, la Nonna, saggia, amabile, ingenua e astuta nello stesso tempo, la lingua agile a dimostrare la prontezza dello spirito, piena di vitalità, sempre disponibile a spendersi non solo per la figlia ma per tutti quelli che si trovano accanto a lei. Meri www.kilombo.org
2 gennaio 2019
vita familiare
Bundì, bun an
(primo dell’anno, a casa)

Nonna. Bundì, bundì / cava i brai e lasi lì.

Carla. Mamma, sei proprio una bambina, ancora con questa mania di voler essere la prima a fare gli auguri a inizio anno.

Nonna. Visto che siete venuti su tutti assieme e tardi, che io erano ore…

Cristiano. Ma te che ora sei andata a dormire?

Nonna. Io? Io l’anno scorso, non sono come voi che siete andati quest’anno qui.

Bruna. E scusa, nonna, se ti posso chiamare così…

Cristiano. Nel senso di vecchia befana.

Bruna. Ma io non ho capito “cava i brai”…

Cristiano. Strano voi donne ce lo chiedete sempre…

Carla. Cristiano!

Nonna. Anche quest’anno fa il ciarlatano? No è solo per far la rima e prendere in giro; vuole dire: “cava i calzoni e lasciali lì”. O se no puoi dire: Bundì, bun an, ti la pel e mi al salam.

Bruna. Questa l’ho capita.

Nonna. Anche se sei vegetariana? Allora dicetemi voi qualcosa… come degli auguri, o come volete voi.

Carla. Be’, un po’ augurale può essere il detto: “Non sono gli anni della tua vita che contano, ma la vita dei tuoi anni”.

Nonna. Che brava, mia figlia. Da chi avrà preso?

Bruna. Brava davvero, ha fatto un chiasmo.

Nonna. No, lei non fa mai chiasso… è calma anche se le cose non te le manda a dire. E te Cristiano, cosa mi dici, che io ti ho già fatto gli auguri?

Cristiano. Seguendo Carla, ti dico: “Nell'autunno cadono le foglie, in quello della vita le voglie”.

Nonna. Parla per te. Guarda che io sono in inverno e però non sono mica fredda e neanche congelata. E te Andrea?

Andrea. Tu nonna sei la nostra luce, la nostra stella. Ma sappi che la luce delle stelle non viene dallo spazio ma dal tempo.

Nonna. Io vengo da novant’anni fa… quindi.

Carla. Mamma, fino a maggio non li fai.

Nonna. C’è una stella a 90 anni?

Cristiano. Magari c’era 90 anni fa, ma le stelle bruciano in fretta, sono le lune che durano… se gli lasciamo troppo spazio, ah, ah (ride da solo).

Andrea. No, papà, la nonna intendeva 90 anni luce, gliel’ho appena spiegato.

Nonna. E la vecchia non vuol morì, perché ne impara una tutti i dì.

Cristiano. Questa è vecchia.

Nonna. Più ancora di me. E te Brunella non ancora Brunelli?

Bruna. Non mi viene niente… e poi in rima come hai fatto tu…

Nonna. Perché loro hanno rimato? Dai anche in inglese, che poi o capiamo o ci facciamo tradurre.

Bruna. Be allora ve ne dico uno che non vi piacerà: It's hard to wive and thrive both in a year.

Nonna. Dunque… dunque, adesso ve lo traduco io, dunque c’è dentro l’anno. Ma non è che hai parlato scozzese, cioè gallese?

Bruna. No è inglese e significa: “è difficile sposarsi e aver fortuna nello stesso anno”.

Nonna. Ma se trovi da sposarti non sei fortunata?

Bruna. Sì, ma come: fortunata in amore, sfortunata al gioco.

Carla. Ah adesso cerchi di rimediare, ma la prima che hai detto vale.

Nonna. Non litighiamo il primo dell’anno che litighiamo tutto l’anno, ed è dura non in un anno ma in dieci amarsi e non sposarsi.

Andrea. Ben detto nonna!

Nonna. Benedetto nipote… nipoti!




permalink | inviato da steatrando il 2/1/2019 alle 7:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte