Blog: http://steatrando.ilcannocchiale.it

Bada alla badante

(al telefono)

Bruna. Nonna, nonnina, sono preoccupata per te.

Nonna. E non mi chiedi neanche come sto?

Bruna. Sai che ho saputo che un mio ex-professore delle medie, che viveva in casa con una badante, è morto per il Covid.

Nonna. E lui era vecchio e la badante giovane?

Bruna. Sì purtroppo, così lei ha preso il virus ma è rimasta asintomatica invece lui ci è morto.

Nonna. Mi dispiace, ma io che cosa ci posso fare?

Bruna. Devi stare alla larga da Yvonne.

Nonna. In casa, al tavolo, in cucina?

Bruna. Meglio sarebbe se la licenziassi, o almeno la lasciassi a casa finché ci sono in giro queste varianti.

Nonna. A me non me l’hanno ancora chiesto, ma a lei possiamo far fare il vaccino.

Bruna. No, se lei ha già superato una volta l’infezione ed è sieropositiva non è raccomandabile il vaccino.

Nonna. Addirittura dici che c’ha l’AIDS, ma se magari non conosce neanche un uomo.

Bruna. Non conosco la sua vita privata e non mi interessa, però io dicevo positiva al test sierologico.

Nonna. Cioè, magari me l’hai già spiegato, ma io…

Bruna. Cioè che ha già gli anticorpi contro il Covid.

Nonna. E allora, più meglio di così. Anche se lei va in giro non lo prende più e neanche noi.

Bruna. No, qui ti sbagli. Gli immunizzati non si ammalano ma possono fare da serbatoi del virus.

Nonna. Cioè, conserbano il virus per fargliela a chi non si è ancora ammalato?

Bruna. Non scherzare su queste cose. In parole semplici loro possono essere portatori sani.

Nonna. Ma io com’è che faccio a lasciare a casa la Yvonne. Pensa che le volte che veniva su a Milano quel tipo che conosci anche te, lei si fermava qui a dormire.

Bruna. Allora fermala sempre la notte e non lasciarla più andare alla scuola serale.

Nonna. Agli arresti domestici? Ma almeno il sabato e la domenica, il minimo sindacale.

Bruna. Quando lei può incontrare chissachì.

Nonna. Coprifuoco totale, povera ragazza. Ma, scusa se te lo dico, allora anche te, non puoi venire anche te uno scaricatore sano, pardon, una portatrice sana?

Bruna. Va bene non torno più a casa tua, a casa vostra.

Nonna. Ormai ci avrai infettato ben bene, me e quel tipo che vedi di sopra la notte.

Bruna. Sì dico di Yvonne, poi io, da vera egoista, vi faccio rischiare.

Nonna. Scusa un attimo un ragionamento che poi mi dici se è sbagliato. Voi tutti e tre, te la Yvonne e il bel tipo, siete giovani, no? E voi al massimo state un po’ male ma poi vi passa tutto, no? E allora volete rovinarvi questi anni della vostra vita, che sono già un po’ rovinati, per via di una vecchiaccia che non si decide di togliersi dalle scatole.

Bruna. Cosa dici nonnina, senza di te come faremmo? Tu vali molto di più di qualche sacrificio.

Nonna. Va bene allora la Yvonne la faccio venire a dormire qui sempre e te mai. Poi se nasce un bambino cioccolatino?

Pubblicato il 3/3/2021 alle 16.22 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web